• Generali

    Incendio a Notre Dame: tra cordoglio e fuochi di paglia

    “C’era una grande fiamma che saliva fra i due campanili con turbini di scintille, una grande fiamma disordinata e furiosa, di cui il vento ogni tanto si portava via un lembo nel fumo”. Queste le parole del romanzo “Notre Dame de Paris” che Victor Hugo scrisse nel 1831. Profezia o casualità che sia, ecco apparire questo capolavoro francese tra i libri più venduti su Amazon a metà aprile 2019. La motivazione? Il bisogno della gente di leggere con i propri occhi l’incredibile previsione avveratasi tra lunedì 15 e martedì 16 aprile 2019. Fumo via via più scuro prende vita dal tetto della cattedrale di Notre Dame. Quasi cinquecento i vigili…

  • Schermi Nel Pagliaio

    “C’era una volta”…e meno male

    «Questa sera, piccola mia, ti spiego perché è importante non accettare caramelle dagli sconosciuti. C’era una volta una bellissima bambina – proprio come te, tesoro mio – di nome Biancaneve; sua madre muore subito, il padre si risposa con una stronza che, invidiosa della sua bellezza, decide di assoldare un cacciatore per ucciderla. I due vanno nel bosco ma lui rimane impietosito e la risparmia, uccidendo al suo posto una giovane cerbiatta, probabilmente la mamma di Bambi (ma questa è un’altra storia…), per portarne il cuore alla regina come prova. L’intelligente Biancaneve vaga da sola in mezzo al bosco decidendo di nascondersi. Probabilmente nel castello di qualche ricco parente, no?…

  • Scienz'altro

    Adulti e vaccinati

    Contiene più di 4000 sostanze chimiche. Tra i suoi componenti ci sono: formaldeide, acetone, etanolo, urea, deidroepiandrosterone, albumina, fibrinogeno,eritrocruorina, clorocruorina, pigmenti di metalloproteine, magnesio, cloruro, urea, acido urico e almeno venti tipi di altri acidi.Quasi tutti i suoi elementi chimici possono, a determinate concentrazioni, uccidere bambini e adulti. E’ così invasivo che ogni bambino nasce già con alte concentrazioni delle sostanze sopracitate nel suo piccolo corpo. Alcuni dei componenti chimici al suo interno sono stati utilizzati in moltissime applicazioni industriali e addirittura per produrre esplosivi. Gli operatori sanitari, le aziende farmaceutiche e i governatori spendono ogni anno miliardi per finanziarne la lavorazione.Per motivi di credo o di convinzioni personali migliaia…