• Generali

    “C’era una volta”…e meno male

    «Questa sera, piccola mia, ti spiego perché è importante non accettare caramelle dagli sconosciuti. C’era una volta una bellissima bambina – proprio come te, tesoro mio – di nome Biancaneve; sua madre muore subito, il padre si risposa con una stronza che, invidiosa della sua bellezza, decide di assoldare un cacciatore per ucciderla. I due vanno nel bosco ma lui rimane impietosito e la risparmia, uccidendo al suo posto una giovane cerbiatta, probabilmente la mamma di Bambi (ma questa è un’altra storia…), per portarne il cuore alla regina come prova. L’intelligente Biancaneve vaga da sola in mezzo al bosco decidendo di nascondersi. Probabilmente nel castello di qualche ricco parente, no?…

  • Generali

    Non svegliare l’uom che dorme

    I protagonisti di questa storia non sono tanto le vittime o gli aggressori, quanto coloro che, presa visione dei fatti, ne danno una loro versione esponendo idee e opinioni che sebbene ad una prima visione possano sembrare talmente chiare e lineari da parere inevitabilmente giuste, allestiscono in realtà terribili conseguenze e osceni presupposti. Diamo quindi uno sguardo a tre esempi cercando, per quanto ci è possibile, di rintracciarne le affinità: Nella puntata del 22 marzo 2019[1] di Povera Patria (un programma di approfondimento che va ora in onda il lunedì su Rai2) la sezione finale è dedicata al tema della prostituzione.  La discussione prende avvio attorno alla proposta avanzata dalla…

  • L'Etimo Fuggente

    Freschin

    Premessa. Tutti i nasi sono uguali, quantomeno tanto quanto lo sono gli uomini tra loro. Diverse sensibilità, diverse intelligenze, ma tanto all’autore quanto a Donald Trump quanto al lettore capiterà non di rado di sentire violata l’indolenza del proprio olfatto davanti a un più o meno intenso odore. Ma è semplicistico, quasi manicheo, accontentarsi di questa evidenza. Il nemico, per capirne le mosse, va prima di tutto identificato e gli va dato un nome. È a questo proposito che viene in soccorso quell’oceano approssimativo che sono i sinonimi italiani e quei mari – celebri o nascosti, torbidi o cristallini – che sono i termini dialettali di significato affine, in questo…

  • Generali

    “So qual è il mio dovere”

    Penso che sia difficile riuscire a ricavare un’idea chiara, un identikit fedele del fenomeno dello spreco mondiale di acqua affidandoci solo ai dati riguardanti la contemporaneità, soprattutto per la grande maggioranza delle persone che ha sempre vissuto l’uso dell’acqua, fin dalla loro primissima età, come un fatto costitutivo della loro quotidianità. Non volendo rinunciare ad avere uno sguardo obiettivo sulla realtà ma nemmeno volendo pretendere di possedere una panoramica completa e soddisfacente di tutti i problemi che affliggono le risorse idriche mondiali possiamo scegliere di seguire i primi passi del fenomeno che ci è più prossimo, di quello che assiduamente è presente nella nostra routine: l’acqua corrente. Dando un occhiata…

  • Generali

    Approvata dall’Europarlamento la legge sul copyright

    Il 26 marzo 2019 l’Europarlamento ha dato il via libera per la legge sul copyright. La legge verrà ora trasmessa ai Parlamenti dei singoli stati membri, che avranno due anni di tempo per seguire le direttive. Il provvedimento, passato con 348 voti a favore, 274 contro e 36 astenuti, è il frutto di due anni di lavoro e ha scatenato una forte reazione, tra chi grida alla censura di Internet e chi afferma che finalmente grandi piattaforme come Facebook e Youtube dovranno prendersi le proprie responsabilità. Favorevoli e contrari. Secondo l’europarlamentare tedesco Axel Voss “con questa riforma non c’è censura. La libertà di espressione non viene limitata […] Google, Facebook…

  • Scienz'altro

    Adulti e vaccinati

    Contiene più di 4000 sostanze chimiche. Tra i suoi componenti ci sono: formaldeide, acetone, etanolo, urea, deidroepiandrosterone, albumina, fibrinogeno,eritrocruorina, clorocruorina, pigmenti di metalloproteine, magnesio, cloruro, urea, acido urico e almeno venti tipi di altri acidi.Quasi tutti i suoi elementi chimici possono, a determinate concentrazioni, uccidere bambini e adulti. E’ così invasivo che ogni bambino nasce già con alte concentrazioni delle sostanze sopracitate nel suo piccolo corpo. Alcuni dei componenti chimici al suo interno sono stati utilizzati in moltissime applicazioni industriali e addirittura per produrre esplosivi. Gli operatori sanitari, le aziende farmaceutiche e i governatori spendono ogni anno miliardi per finanziarne la lavorazione.Per motivi di credo o di convinzioni personali migliaia…

  • L'Etimo Fuggente

    Non avere (che) un’acca da dire

    Per essere chiari e onesti. Questo è davvero un etimo fuggente: ignota è l’origine della parola acca. Della parola che definisce la lettera che in italiano non si pronuncia, pur avendo la stessa lettera nobili ascendenze -si veda lo spirito aspro in greco per esempio-, apparentemente non si sa un fico secco, una cicca, una mazza, un’acca, per l’appunto. Non è così ma le nostre conoscenze restano comunque poche e poco soddisfacenti. Siamo a conoscenza della prima attestazione, che risale al 1388, nell’espressione “avere per men d’un’acca”. E poco altro. È una storia d’emarginazione, quella della parola acca. Tanto che, come s’è visto, è divenuta a pieno titolo anche sinonimo…

  • Generali

    Quando non sai che pensare… pesta il pane

    Il 6 aprile quotidiani e telegiornali raccontavano la manifestazione dei residenti del quartiere romano di Torre Maura contro l’arrivo di 70 persone di etnia rom nel centro di accoglienza della zona, in via Codirossi. Dimenticati dall’amministrazione romana ed esasperati dalla difficile convivenza con le famiglie rom, i cittadini del posto si sono riuniti per rendere manifesto il loro grande ed annoso disagio. Ad incanaglire ed agitare le persone riunite è intervenuto qualche mastino di prim’ordine di FN e CasaPound: datemi la rabbia e vi solleverò il mondo. La collera e il rancore accumulati da qualche manifestante inferocito sono sfociati concretamente nella disintegrazione dei panini destinati alle famiglie rom e nell’atto…

  • Generali

    Il provvedimento per la legittima difesa: cosa cambia?

    Il 6 marzo 2019 la Camera dei deputati ha approvato con 373 voti favorevoli il disegno di legge sulla legittima difesa, che a partire dal 26 marzo passerà il vaglio al Senato. Il provvedimento, votato da tutto il centrodestra e da parte dei Cinque Stelle, sembra avere particolare importanza per la Lega che, durante la campagna elettorare, si era concentrata principalmente su due temi: l’immigrazione e, appunto, la legittima difesa. Bisogna innanzitutto chiarire che questo provvedimento altro non è che una modifica di una legge già in vigore, quella del 2006, di cui verrebbero modificati solo alcuni articoli, tra l’altro nemmeno importantissimi. Le modifiche sono le seguenti: l’aggiunta dell’avverbio “sempre”…